Le ultime notizie

Storie ed eventi

introduzione

Cibo e Settima arte ricoprono un ruolo importante nella vita dell’uomo. Nel cinema come nel cibo proiettiamo i nostri desideri e le nostre paure. Il legame che li unisce non ha barriere, né confini culturali e geografici. Attraverso il cinema abbiamo guardato, assaporato e spiegato il cibo. Spesso il film è diventato la vetrina delle abitudini alimentari e dell’evoluzione gastronomica di un paese. Ma attraverso il cibo nel cinema, abbiamo anche colto la psicologia, gli stili, le idee e il “sentire” dei popoli. Nel nostro paese, dove la cucina ricopre un ruolo davvero importante, tanti sono i film che hanno avuto come tema centrale la gastronomia e attraverso loro abbiamo visto come è cambiata l’Italia in più di un secolo di storia.

"Aliquam lorem ante, dapibus in, viverra quis, feug iat a, tellus. Phasellus viverra nulla ut metus uio."

- italian

Sezione del festival

Le tappe del Festival

g
Vuoi caricare un film?

Vai alla sezione dei quiz e inserisci le informazioni

g
Vuoi partecipare al festival?

Crea un biglietto dal menu in alto

h
Vuoi sponsorizzare?

Visita la sezione mostra e inserisci le informazioni

g
Vuoi sapere del festival?

Visita la sezione Notizie ed eventi

Descrizione

Ecco il programma principale:

 

primo giorno

h 12: inaugurazione – istituzioni (partner, patrocini, ecc) – giuria (racconto delle fasi di selezione dei corti pervenuti) – presentazione dei corti in concorso

h 15-17,30: incontri con critici di cinema ecc

17,30 – coffee-break

h 18-21: proiezione film (5 film)

h 21,30: cena buffet (formula: vari ristoranti e aziende da coinvolgere – es 10 – con 1 piatto x circa 50 persone – cena a pagamento per esterni) – ospiti: 2 critici cinema + ristoratori locali

 

secondo giorno

mattino: tour experience in città arte-cultura-gourmet

h 15,00 -17,00: incontri con critici di cinema ecc

h 17,00 – coffee-break

h 17,30 – 19,30: proiezione film (4 film)

h 20,00: cena gourmet realizzata da Scuola Alberghiera Adria (verificare accordi presi in rif a n°persone ecc) – ospiti: 1 critico cinema + Cipriani

 

terzo giorno– da definire

mattino: tour experience in città arte-cultura-gourmet

h 14,30 -17,30:  workshop tecnici – formula: incontri one2one con operatori di cinema (locali e non) – Target: giovani/studenti scuole sup, università, conservatori – durata 15 minuti per ogni incontro – definire numero esperti e numero max studenti per assicurare che ogni studente abbia l’opportunità di parlare con il 70% degli esperti presenti (considerando i tempi d’attesa di ognuno)

  1. La grande abbuffata
    Marco Ferreri

    La grande abbuffata

    Il film racconta di quattro uomini (i cui nomi sono quelli degli attori che li interpretano) che, stanchi della vita noiosa e insoddisfacente che conducono, decidono di suicidarsi, chiudendosi in una casa vicino a Parigi e mangiando fino alla morte. Il primo protagonista presentato è Ugo, proprietario del ristorante “Le Biscuit à Soupe” e un grande chef, determinato a suicidarsi probabilmente anche a causa dei numerosi equivoci con la moglie.

    a
  2. Mangiare bere uomo donna
    Ang Lee

    Mangiare bere uomo donna

    Il signor Chu, vedovo e chef di indiscussa fama, vive in una grande casa a Taipei con le sue tre figlie non sposate: Jia-Jen, un’insegnante di chimica convertita al cristianesimo; Jia-Chien, un dirigente di una compagnia aerea; e Jia-Ning, una studentessa che lavora anche in un fast food. La vita in casa ruota intorno all’abitudine di una cena raffinata ogni domenica e alle vite sentimentali dei membri della famiglia.

    a
  3. Chocolat
    Lasse Hallström

    Chocolat

    Chocolat (pronuncia francese: [ʃɔkɔla]) è un film drammatico-commedia romantico del 2000-americano basato sul romanzo Chocolat di Joanne Harris, ed è stato diretto da Lasse Hallström. Adattamento dello sceneggiatore Robert Nelson Jacobs, Chocolat racconta la storia di una giovane madre, interpretata da Juliette Binoche, che arriva al villaggio francese immaginario e rimosso di Lansquenet-sous-Tannes con la figlia di sei anni e apre La Chocolaterie Maya, una piccola cioccolateria Lei e la sua cioccolata iniziano a influenzare la vita dei cittadini in modi molto diversi e interessanti. Il film è stato candidato a cinque Oscar, tra cui quello per il miglior film. È stato anche nominato per otto BAFTA e quattro Golden Globes. Judi Dench ha vinto uno Screen Actors Guild Award per la sua interpretazione nel film.

  4. Il favoloso mondo di Amélie
    Jean-Pierre Jeunet

    Il favoloso mondo di Amélie

    Il favoloso mondo di Amélie (Le Fabuleux Destin di Amélie Poulain) è un film scritto e diretto da Jean-Pierre Jeunet e interpretato da Audrey Tautou e Mathieu Kassovitz. Il film è uscito nelle sale francesi il 25 aprile 2001 ed è arrivato in Italia il 25 gennaio dell’anno successivo

    a
  5. Ratatouille
    Brad Bird e Jan Pinkava

    Ratatouille

    Ratatouille (/ ˌrætətuːi / RAT-ə-TOO-ee, in francese: [ʁatatuj]) è un film comico americano del 2007, prodotto dalla Pixar e pubblicato dalla Walt Disney Pictures. È l’ottavo film prodotto dalla Pixar ed è stato co-sceneggiato e diretto da Brad Bird, che è subentrato a Jan Pinkava nel 2005. Il titolo fa riferimento a un piatto francese, “Ratatouille”, che viene servito alla fine del film e è anche un gioco di parole sulla specie del personaggio principale. Il film vede le voci di Patton Oswalt nei panni di Remy, un topo antropomorfo interessato alla cucina;

    a
  6. Julie & Julia
    Nora Ephron

    Julie & Julia

    Julie & Julia è un film drammatico-comico americano del 2009 scritto e diretto da Nora Ephron e interpretato da Meryl Streep, Amy Adams, Stanley Tucci e Chris Messina. Il film contrappone la vita della chef Julia Child nei primi anni della sua carriera culinaria con la vita della giovane newyorkese Julie Powell, che aspira a cucinare tutte le 524 ricette del libro di cucina di Child in 365 giorni, una sfida che ha descritto sul suo famoso blog che [2] La sceneggiatura di Ephron è stata adattata da due libri: La mia vita in Francia, L’autobiografia di Child scritta con Alex Prud’homme e un libro di memorie di Powell, Julie & Julia: 365 giorni, 524 ricette, 1 minuscolo appartamento Cucina (più tardi intitolata Julie & Julia: My Year of Cooking Dangerously). Entrambi questi libri sono stati scritti e pubblicati nello stesso arco temporale (2004-06). Il libro di Powell era basato sul suo blog The Julie / Julia Project, [3] dove aveva iniziato a documentare online le sue esperienze quotidiane cucinando ognuna delle 524 ricette in Child’s Mastering the Art of French Cooking. Il film è il primo grande film basato su un blog [4].

    a
Incontriamoci

Membri del team

Team Members 2020
Maryam Amir Farshi Nejad

Direttore artistico del Festival

PAOLO AVEZZU’

Presidente of Circolo di Rovigo